Da lunedì 15 ottobre tutti gli studenti regolarmente iscritti a un corso di studi dell’Università per l’Anno accademico 2018-19 potranno viaggiare liberamente sulle linee della metropolitana FCE, analogamente a quanto avviene dal 4 ottobre scorso sui bus di linea dell’Azienda metropolitana trasporti. E’ quanto prevede l’accordo sottoscritto nei giorni scorsi tra l’Ateneo e la Ferrovia Circumetnea che rende pienamente operativo il provvedimento annunciato dal rettore e dal direttore generale dell’università di Catania nella scorsa primavera.

Venerdì 12, alle 12, nei locali del rettorato (ex Sala Consiglio, Palazzo centrale dell’Università) si terrà una conferenza stampa per presentare entrambi gli accordi che rendono disponibili oltre 40 mila abbonamenti annuali gratuiti a favore degli studenti catanesi, per l’utilizzo dei mezzi pubblici urbani.

«Migliorare il benessere dei nostri studenti è uno dei primi obiettivi che ci siamo posti per aumentare l’attrattività del nostro Ateneo – spiega il rettore Francesco Basile -. Ciò significa anche intervenire per facilitare al massimo i loro spostamenti tra la residenza e le varie sedi universitarie, rendendo agevole e conveniente la frequenza dei nostri corsi di studio e contribuendo ad alleggerire le condizioni di traffico urbano, lavorando in sinergia con il Comune. Oggi siamo lieti di poter annunciare l’attivazione degli abbonamenti gratuiti alla metro e agli autobus per tutti i nostri studenti: un importante traguardo che si aggiunge all’istituzione del MetroShuttle che collega la Cittadella universitaria alla rete della metropolitana Fce e di nuovi percorsi dei bus Amt in centro storico, nelle zone più vicine ai dipartimenti di area umanistica».

Alla conferenza stampa interverranno il rettore Francesco Basile, il direttore generale Candeloro Bellantoni, il delegato alla Mobilità  Giuseppe Inturri; Angelo Mautone, Gestore governativo, e Salvatore Fiore, direttore generale della Fce; il nuovo presidente dell’Amt Giacomo Bellavia e il dirigente alla Produzione Isidoro Vitale.

 

Comments are closed.