Importante protocollo, di interesse rilevante per il turismo e per i catanesi, è stato siglato a Palazzo degli Elefanti con le categorie dei tassisti catanesi per l’adozione di tariffe fisse per gli spostamenti, andata o ritorno e senza soste intermedie,  da tre zone della città, da e per l’Aeroporto, la Stazione, il Porto e la stazione dei bus con tratte regionali.    taxi

La città è stata suddivisa in tre zone “ agevolate”: centro 1, centro 2 e centro 3. Queste le tariffe: dal Porto al centro,dalla  Stazione e dalla stazione dei bus regionali al centro, e viceversa, si va dai dieci euro, ai 13 e ai 16 euro a seconda delle distanze. Da e per l’Aeroporto le tariffe vanno dai diciotto euro, ai venti e ai ventidue euro. Tali importi sono  comprensivi di bagaglio e  saranno validi anche nei festivi e di notte. Se, il passeggero è inoltre ultrasettantenne usufruirà dell’ulteriore sconto del  dieci per cento.” Un incentivo in più- ha affermato il sindaco- per i cittadini che avranno un’alternativa alla propria auto ad un costo possibile e per un incentivo non indifferente per il turista per migliorarne e agevolarne gli spostamenti”.

Per le zone più decentrate, resta la tariffa a tassametro.

 “ Grazie all’accordo trovato tra l’Amministrazione e le rappresentanze dei tassisti, i turisti – ha spiegato il primo cittadino- che saranno a Catania e i catanesi avranno la possibilità di usufruire di tariffe già definite e senza sorprese, come nelle grandi città italiane ed europee. Ogni taxi inoltre recherà, in maniera visibile, le tariffe e l’adesivo con il simbolo dell’Elefantino catanese” un Taxi per te” che indica l’ adesione all’iniziativa ”.

“E’ stato –ha aggiunto l’assessore Mazzola- un lavoro continuo di raccordo tra le diverse sigle che rappresentano tutti i tassisti di Catania. E’ la prima volta che sigle concorrenti trovino un accordo di questo tipo”.

Alla conferenza stampa erano presenti  Francesco Barbera, Antonino Ruffino, Carmelo Torrisi, Luciano Pometti   e Francesco Lauro La Rosa, in rappresentanza delle sigle sindacali “Arat Sicilia” e “FederTaxi”, e delle associazioni di tassisti “Social Taxi”, S.r.l. “Taxi Sat Service”.

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.