L'”Erasmus Welcome Day” 2019 quest’anno si è svolto nella sala conferenze del Polo didattico “Gravina” del dipartimento di Scienze politiche e sociali, per regalare una giornata di accoglienza e orientamento ai giovani provenienti da 18 Paesi del Vecchio Continente: Belgio, Croazia, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Lituania, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Turchia, Ungheria (nelle foto). A loro sono andati i messaggi di benvenuto da parte della delegata all’Internazionalizzazione Francesca Longo, del coordinatore istituzionale Gaetano Lalomia, del dirigente dell’Area didattica Giuseppe Caruso, del direttore del Dipartimento Giuseppe Vecchio e del professor Salvatore Cannizzaro, in rappresentanza del presidente dell’ente per il diritto allo studio Alessandro Cappellani.erasmus2

Agli studenti sono state presentate tutte le  attività di mobilità internazionale “Erasmus” in Ateneo e gli altri servizi a disposizione degli iscritti stranieri (corsi di italiano, biblioteche e servizi informatici, mediatore culturale per studenti extra Ue, alloggi e mense, sport), dalla coordinatrice dell’Ufficio mobilità internazionale d’Ateneo (Umi) Cinzia Tutino, dalla coordinatrice della Scuola di Lingua e Cultura italiana (Italstra) Rosaria Sardo, dalla funzionaria Umi Nicoleta Pascu, dalla referente Ersu per gli studenti internazionali Maria Grazia Ranno e dai referenti dei vari dipartimenti.

A seguire, i rappresentanti delle associazioni studentesche Esn e Aegee hanno presentato il nutrito programma di attività sociali e culturali organizzate in collaborazione con l’Ateneo. E il primo appuntamento è già fissato per la serata di venerdì 11, a partire dalle 22, con un grande ‘UniCT Melting Party” nella sala Levante della “Nuova Dogana” al Porto, in occasione degli #ErasmusDays promossi dalla Commissione europea.

“Da oggi Catania si tinge nuovamente con i colori dell’Europa. Vi auguro di fare tesoro della vostra esperienza nella nostra città e nel nostro Ateneo, di renderla fruttuosa e divertente. Noi tutti cercheremo di farvi sentire a casa vostra, e spero che, al termine di questo periodo, avrete voglia di tornare in Sicilia”,  ha detto il rettore  Francesco Priolo nel suo indirizzo di saluto ai 150 nuovi studenti Erasmus appena giunti a Catania per trascorrere un semestre di studi nei vari dipartimenti dell’Ateneo.

L’ateneo ha accolto infatti l’invito dell’Agenzia nazionale “Indire” ad aderire all’iniziativa in programma in tutta Europa dal 10 al 12 ottobre, per celebrare e condividere l’esperienza Erasmus+ all’insegna della multiculturalità. Per questa ragione, la festa di venerdì sera sarà aperta agli studenti Unict che hanno già partecipato al Programma (o che intendono farlo), agli studenti stranieri appena approdati a Catania, e in generale a tutti coloro che vogliono conoscere più da vicino le potenzialità di Erasmus+ (max 400 persone). L’iniziativa – cui parteciperanno anche il rettore Priolo e il coordinatore Erasmus Lalomia – è organizzata dall’Ufficio Mobilità Internazionale con le associazioni studentesche Aegee e Esn. All’evento partecipano inoltre gli speaker della radio studentesca Radio Zammù, che condurranno la prima parte della serata e, la webtv d’Ateneo “Zammù TV”, che raccoglierà in un Videobox le interviste e i messaggi che i partecipanti realizzeranno nel corner dedicato. Tutti i partecipanti saranno poi invitati testimoniare il loro spirito europeo rispettando il “dress code”: i due migliori look a tema “Europa” saranno infatti premiati a fine serata.

erasmus19

 

 

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.