Tutti presenti alla “Giornata Nazionale del Mare” (nella foto), svoltasi tra il Porto e il Golfo. C’era la classe I E dell’istituto “Castiglione” di Bronte, vincitrice, con l’opera “In un tunnel di plastica”, del concorso “Il Mare che vogliamo: pulito, biodiverso e protetto” promosso dai volontari di Marecamp e finanziato da Coop Alleanza 3.0, attraverso la campagna “Io sì”. Con i ragazzi brontesi, anche l’Istituto Nautico “Duca Degli Abruzzi” e il “Convitto Cutelli”, che ha visitato la Motovedetta Classe 300 e la Sala Operativa della Capitaneria di Porto, che ha patrocinato l’evento insieme al Dipartimento della Pesca Mediterranea della Regione, dal Comune e dalla DG MARE della Commissione Europea.

sdr

Gli studenti, insieme ai dieci equipaggi partner del progetto, hanno preso parte alla raccolta di rifiuti plastici (con la collaborazione di DUSTY S.r.l.) e all’osservazione collettiva di specie marine: è stato avvistato un esemplare di pesce luna, nello specchio d’acqua antistante al porto. Ad aver avuto la meglio, nella gara a chi raccoglieva la maggior quantità di pattume, è stato il Diving “DNA Divers”, premiato con la mobula, scultura firmata dall’artista acese Placidò Calì, autore anche del cavalluccio marino e del delfino (specie protette, proprio come la mobula) assegnati come secondo e terzo premio, rispettivamente all’istituto Nautico “Duca Degli Abruzzi” di Catania e alla sezione catanese dell’associazione “Marevivo”.

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.