Secondo spettacolo della stagione alla Sala Magma di via Adua, 3. Marco Longo è regista e coautore,  insieme ad Emanuela Gutkowski (anche aiuto regista), presenta “Cena in famiglia”.

L’artista catanese, ancora una volta s’ispira a temi e ambientazioni francesi. Qui è presente qualche vago riferimento a Jean Anouilh ma anche l’eco di certo teatro pirandelliano con il ricorso esplicito a momenti di “teatro nel teatro” e il gioco delle “apparenze”, difficili da separare dalla realtà.

Da dietro a una miscela apparentemente sbarazzina, dipinta di toni gialli e rosa, fa capolino una satira indirizzata a certi valori borghesi. Si racconta dell’imbarazzo di un giovane nullafacente, indotto da non disinteressate sollecitazioni dei genitori a sposare la “figlia dell’acciaio”… La figlia, cioè, di ricchi industriali metalmeccanici, che egli non ama e che tradisce a piè sospinto, soprattutto con l’avvenente moglie di un amico d’infanzia, peraltro compiacente (anch’egli per “interesse”). Le cose sembrano precipitare con l’entrata in scena di una ragazza proveniente dalla “provincia” nel bel mezzo di rocamboleschi preparativi per una cena che dovrebbe favorire una riunione di famiglia sui generis.cena

Né va taciuto uno dei “moventi” principali di questo impegno di Longo: l’intento di dare un seguito professionale al lavoro curato nei laboratori teatrali al liceo “Spedalieri”, da cui provengono tutte le giovani attrici e i giovani attori impegnati nei due atti.

Ecco i loro nomi (in ordine di apparizione): Federico Vilardo, Andrea Puglisi, Andrea Isaia, Riccardo Trapani, Simone Conte, Dora Anastasi, Carolina Pulvirenti, Lorenzo Commis, Mario Libertini, Gloria Basile, Carmelo Micalizzi, Valeria Spampinato; l’impianto scenico è firmato da Anna Corrao e Gaetano Pulvirenti, mentre i costumi sono dovuti a Gloria Basile; collaborano:  Grazia Ercolano, Federica Marino e Salvo Nicotra.

Sono previste le seguenti repliche: sabato 3 (ore 18,30 e ore 21), domenica 4 (ore 18.30 e ore 21), venerdì 9 (ore 21), sabato 10 (ore 21) e domenica 11 (ore 18.30 e ore 21).

Il biglietto d’ingresso costa 10 euro; sono previste riduzioni (7 euro) per studenti, ultrasessantacinquenni e destinatari di convenzioni. Per informazioni e prenotazioni (consigliate, vista la limitatissima disponibilità di posti): 3498158615 e 3394893705.

 

Comments are closed.