Per la rassegna “Partiture”, sul palco di “Zo” Centro Culture Contemporanee di Viale Africa, giovedì 22 alle 21 si esibirà l'”Archibugi String Trio”, in un concerto dal repertorio originale e sorprendente. L'”Archibugi” è, infatti, un gruppo dal repertorio decisamente non “allineato”, eppure formato da un organico tipico della tradizione strumentale da camera, il trio d’archi.

Dotato di un impatto sonoro esplosivo e composto di musicisti provenienti da esperienze musicali diverse, l’ensemble (nella foto) realizza composizioni originali scritte dagli stessi componenti, Lelio Giannetto, Giuseppe Guarrella e Alessandro Librio, ma esegue anche trascrizioni originali di alcuni “classici” della musica rock (dai Led Zeppelin a Frank Zappa) e di autori “eterodossi” come Fred Frith, Iva Bittova e John Zorn.

In collaborazione con “Curva Minore”. Ingresso euro 8 (ridotto 5 studenti).

archibugi

Comments are closed.