“Briganti Librino”. Dopo lo scempio la gara di solidarietà. Innanzitutto per riallestire la libreria, anzi la “Librineria” come è stata orgoglisamente rinominata.

A partire dall’Università. Il rettore Basile, oltre a porgere la solidarietà dell’intero Ateneo “che ha duramente colpito una realtà attiva come la Club House della stessa associazione: una struttura che, da oltre dieci anni, offre ai giovani del quartiere, delle valide opportunità di socializzazione e crescita facendo leva sui valori dello sport e della cultura”, s’impegna a contribuire, non appena sarà di nuovo agibile, a ripristinare la biblioteca con una significativa dotazione di libri”.

Ma si muovono pure gli architetti. “Con un libro per ogni nostro iscritto ricostruiremo la libreria dei Briganti». I presidenti dell’Ordine e della Fondazione degli Architetti di Catania, Alessandro Amaro e Veronica Leone, lanciano così l’iniziativa “LibrixLibrino, la violenza si combatte in poche ore”.

Comments are closed.