La grande kermesse per salutare il 2015 voluta dal sindaco Enzo Bianco nello splendido scenario di piazza Duomo, sarà dedicata a Lucio Dalla, indimenticabile grande autore della musica popolare contemporanea italiana, che ha trascorso parte della sua vita a Catania e che ha influenzato diverse generazioni musicali contemporanee.

Non a caso il concerto di fine d’anno s’intitola “L’panno che verrà” in onore di una delle sue più memorabili composizioni.

Sul palco, a partire dalle 22,30, ci saranno, con la storica “Dallabanda”, interpreti sensibili come Antonella Ruggiero, Luca Madonia, Paola Turci e Simone Cristicchi (nella foto), i quali interpreteranno il senso e il significato della serata con le loro poetiche composizioni. L’anno nuovo sarà poi festeggiato dopo la mezzanotte con Ivan Cattaneo.

Non ci sarà invece Lorenzo Fragola, il cantante catanese, anzi castelloto, vincitore di “XFactor”, che, invitato dal sindaco, aveva assicurato che avrebbe fatto di tutto per esserci. Come da lui stesso annunciato con un post sul suo profilo “Facebook: “Ho fatto di tutto per esserci ma per questioni che non dipendono dalla mia volontà, non sarà possibile, anche se sono sicuro che ci saranno altre occasioni”.
Intanto la città si sta preparando all’evento. Con una determina dell’Ufficio traffico urbano è stato istituito il divieto di circolazione lungo la via Garibaldi nel tratto da piazza Mazzini a piazza Duomo fino a giovedì mattina. Inoltre, dalle 9 di mercoledì 31 fino alla stessa ora del giovedì, il divieto di circolazione, con il divieto di sosta e rimozione forza, riguarderà oltre a quel tratto di via Garibaldi, anche  le vie Vittorio Emanuele (tra piazza San Francesco e piazza San Placido), Dusmet (tra via Ionia e piazza Pardo) e Mancini. Divieto di sosta con rimozione forzata anche in via della Lettera, dove è anche istituito il senso unico di marcia nel tratto e nel senso da piazza San Francesco a piazza Mazzini. Il divieto riguarderà tutti i veicoli eccetto quelli degli addetti alla manifestazione, dei residenti diretti nelle rimesse, dei mezzi di soccorso e delle forze dell’Ordine.
Per raggiungere il centro ci saranno comunque numerosi mezzi pubblici. L’auto potrà essere lasciata nel parcheggio Due Obelischi, collegata con il centro grazie al Brt che, come altre linee dell’Amt rimarrà in funzione fino alle tre del mattino (l’ultima corsa dal centro partirà alle 2,45).

Altra possibilità di parcheggio ci sarà in piazza Carlo Alberto e nel centro storico funzioneranno anche le “Navette Movida” dell’Azienda metropolitana trasporti. Si potrà parcheggiare poi , grazie alla disponibilità di Autorità portuale, Capitaneria di Porto e Dogane – anche all’interno del Porto, dinnanzi alla Capitaneria e sarà aperto e funzionante il parcheggio Don Sturzo sull’omonima strada.

La zona del Duomo sarà pattugliata da una squadra di trenta Vigili urbani.

Comments are closed.