Su disposizione del sindaco Pogliese e dell’assessore all’ambiente Fabio Cantarella, già da domenica pomeriggio i parchi e le ville comunali sono stati chiusi al pubblico. Il Comune rinnova l’invito a tutti i cittadini a collaborare, rispettando l’obbligo di muoversi da casa solo per comprovate necessità.

 

E lo stesso sindaco ha commentato: “Bene ha fatto il governo nazionale ad accogliere la richiesta del Presidente della Regione di sospendere i collegamenti e i trasporti ordinari delle persone da e per la Sicilia per fronteggiare l’emergenza coronavirus, salvando solo il trasporto delle derrate alimentari.  Condividiamo e ci associamo anche all’appello lanciato ieri da Musumeci di impiegare, se necessario, l’esercito nei punti di strategici di accesso per l’isola. Tanti siciliani stanno facendo sacrifici rinunciando alle proprie libertà e questo sforzo non va vanificato con comportamenti che non agevolano il controllo del  contagio, che invece va limitato anche con scelte drastiche, come l’impiego dei militari a supporto delle forze dell’Ordine, per salvare tante vite umane potenzialmente a rischio. Occorre che tutti si rendano conto che occorre muoversi solo per comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità e lo Stato deve fare sentire forte la sua presenza valutando attentamente le soluzioni più idonee”.

E intanto anche “Radio Zammù”, la popolare emittente dell’Università, ha deciso di sospendere le dirette dai propri studi. (nell’immagine). Questo perché si è ritenuto opportuno non mettere a rischio la salute degli studenti/speaker che fanno parte della redazione, evitando così l’uso promiscuo degli spazi e delle attrezzature radiofoniche e gli spostamenti giornalieri dei ragazzi per raggiungere la sede di piazza Università.zammuta

“Questo, però, non significa che ci fermeremo – spiega lo station manager Alberto Conti -. I nostri speaker e redattori si sono messi subito a lavoro per realizzare contenuti “home made” che serviranno a dare continuità alla nostra attività e contribuire all’intrattenimento dei nostri ascoltatori. Da lunedì 16 marzo ogni giorno alle 15 verrà pubblicato un nuovo podcast che andrà anche in onda allo stesso orario e in replica il giorno successivo alle 10”. Il primo format è “La voce di Erasmo”, condotto da Giulia Grasso che racconta le esperienze degli studenti che grazie al programma Erasmus+ stanno trascorrendo un periodo di studi all’estero e che in alcuni casi vivono le disposizioni contro la diffusione del coronavirus lontani da casa. Martedì è il turno di “In fondo è arte” in cui Danilo Nuncibello descrive un quadro, ma senza rivelarne subito titolo e autore. Ogni mercoledì Mauro Gemma in “Storie dall’armadio” legge racconti brevi “scovati nelle peggiori bancarelle di Caracas”: lui mette la voce, l’armadio fa il resto. “Il sotterraneo dell’androide” è il titolo del podcast del giovedì di Vito Morando sul mondo nerd, con recensioni e suggerimenti su fumetti e videogiochi. Venerdì con “Dacci un trailer – Home edition” Gloria Vincenti e Francesco Guerra consigliano ai nostri ascoltatori, chiusi nelle loro case, quali film e serie tv guardare.

In streaming sul sito radiozammu.it e su fm, ogni giorno alle 19, va in onda uno dei programmi di successo della scorsa stagione: “Nel nome del padre”. In questa radio webserie, episodio dopo episodio, si sveleranno i piani di un losco individuo deciso a prendere il controllo di tutto, iniziando da Radio Zammù. Per tutto il periodo di chiusura degli studi, la Radio rimarrà attiva anche sui social network e in particolare su Instagram dove, oltre al video riassunto della settimana, i follower saranno coinvolti con sondaggi e quiz, e invitati a raccontare le loro “storie #iorestoacasa”, che potranno mandare con un messaggio vocale anche alla nostra whatapp line 366 6318381.

“Speaker e redattori – conclude Conti – sono a lavoro per sviluppare altri format e nuove idee, per cui le novità potrebbero non essere finite. L’invito è quindi sempre lo stesso: stay tuned, stay connected… rigorosamente da casa”.

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.