Nell’ambito del convegno dal titolo: “Tabagismo e Vapagismo”, martedì 26 alle 16 nell’Aula Magna della Facoltà di Medicina e Chirurgia, “LIAF” e Unict presenteranno il nuovo progetto di ricerca realizzato in collaborazione con la startup catanese “Behaviour Labs” e finalizzato a stravolgere il mondo della tecnologia applicata al sociale.

Un programma che intende favorire i percorsi di uscita dal tabagismo grazie all’utilizzo della realtà virtuale come elemento motivazionale. Un’idea rivoluzionaria che potrebbe cambiare nel tempo l’intero approccio scientifico e medico alla cura e prevenzione delle malattie fumo correlate.

A firmare il protocollo per la collaborazione scientifica e a presentare il programma di ricerca “Dalla Realtà Virtuale alla Motivazione Reale” saranno in tale occasione: il presidente LIAF, Lidia Proietti, il direttore del Centro Antifumo del Policlinico, Riccardo Polosa e Daniele Lombardo, cofondatore di “Behaviour Labs” (nota al pubblico internazionale per essere anche tra gli ideatori del software robomate per  Zeno, l’unico robot al mondo con espressioni facciali  in grado di aiutare i bambini autistici ad affrontare la malattia).

La presentazione del progetto si svolgerà, inoltre, durante i lavori accademici del convegno “Tabagismo e Vapagismo” organizzato da LIAF – in occasione della imminente Giornata Mondiale Antifumo 2015, e rivolto a tutti gli studenti dell’ateneo catanese. Un momento di approfondimento durante il quale il tema del Tabagismo verrà affrontato sotto più aspetti scientifici da tantissimi esperti del settore.

 

Comments are closed.