TAORMINA. Le attività di gestione delle aree protette tra tutela, fruizione sostenibile, educazione ambientale, promozione, salvaguardia e valorizzazione. Sono i temi che oltre 50 studenti del Liceo “Bonaventura Secusio” di Caltagirone (nella foto) hanno approfondito nel corso delle visite guidate alla Riserva naturale orientata “Isola Bella” di Taormina, gestita dal centro di ricerca “Cutgana” dell’Università, per celebrare l’Earth Day (Giornata della Terra), la più grande manifestazione ambientale del pianeta istituita il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra.

“Il Cutgana, ente gestore di aree naturali protette, da sempre è impegnato nella promozione della salvaguardia del nostro pianeta Terra – ha spiegato Emilia Musumeci, responsabile del progetto “ScuolAmbiente” del Cutgana –. Le giornate per celebrare Earth Day rappresentano l’occasione per coniugare l’esperienza della scuola nell’educare i propri studenti a comportamenti sostenibili per il nostro pianeta ai progetti di educazione ambientale che attraverso ScuolAmbiente il centro di ricerca promuove e divulga in ogni istituto scolastico al fine di sensibilizzare le giovani generazioni”.

Nella riserva “Isola Bella”, incastonata nella splendida baia di Taormina, gli studenti – guidati dalla Musumeci e dalla direttrice della riserva naturale Anna Abramo – hanno scoperto degli endemismi presenti sull’isolotto, ma hanno anche approfondito i temi dello stato di salute del mar Mediterraneo, l’inquinamento delle zone costiere, il grave problema delle plastiche presenti in mare e delle numerose specie aliene che in alcuni casi possono diventare invasive provocando gravi danni alle nostre specie.

isolabella

Comments are closed.