Qualche buona notizia eppure c’è. Dopo i due guariti di ieri, anche stamattina si registrano altre due guarigioni nel reparti di Malattie Infettive del “Garibaldi Nesima”, diretto dal professor Bruno Cacopardo (nella foto). In totale guariscono quindi quattro pazienti in due giorni, tutti di sesso maschile, compresi in un’età che vada dai 57 ai 65 anni. I pazienti sono stati trattati con una terapia nata dall’associazione tra Idrossiclorichina e Azitromicina, capace di bloccare con efficacia la replicazione del nuovo “Coronavirus”.cacopardo

Peraltro due dei quattro pazienti risultano guariti anche viralmente, presentando una risposta assolutamente negativa al tampone. I continui successi dell’equipe di Cacopardo lasciano ben sperare sul buon decorso della malattia anche per gli altri ricoverati sottoposti attualmente al medesimo trattamento farmaceutico.

Intanto, questi i i casi riontrati nelle varie province dell’Isola, aggiornati alle ore 12 di oggi (giovedì 26 marzo), così come segnalati dalla Regione all’Unità di crisi nazionale. In totale sono 1.164 i casi positivi registrati dall’inizio, ma attualmente ne risultano 1.095 perché 36 sono già guariti e 33 deceduti. Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 52; Caltanissetta, 48; Catania, 321; Enna, 126; Messina, 212; Palermo, 197; Ragusa, 27; Siracusa, 63; Trapani, 49.

Il prossimo aggiornamento avverrà domani. Lo comunica la presidenza della Regione. Si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dal ministero della Salute per contenere la diffusione del virus. Per ulteriori approfondimenti visitare il sito dedicato  www.siciliacoronavirus.it o chiamare il numero verde 800.45.87.87.

E la Giunta presieduta dal Sindaco Pogliese, riunita in videoconferenza, ha deliberato su proposta dell’Assessore alle Politiche comunitarie Sergio Parisi, la modifica del piano operativo del Pon Metro, che tra le tante attività programmate, prevede l’ intervento “Buono Famiglia”, sollecitato anche dall’Assessore Lombardo.

Il sistema varato dalla giunta ha il fine non solo di aiutare la famiglia richiedente nel pagamento mensile dell’affitto di casa con un contributo di 280 euro,  ma anche quello di sostenere la stessa con altre risorse nel pagamento delle utenze e nelle attività formative, culturali e sportive per i minori. Per accedere a tale misura il nucleo familiare dovrà essere preso in carico dal Servizio Sociale dell’Agenzia per la Casa, sottoscrivendo con lo stesso  il Piano individualizzato nel quale verranno stabiliti gli impegni da rispettare  per poter beneficiare dell’intervento di cui sopra. Da martedì prossimo verrà attivato il numero telefonico 0957422692 per rispondere a informazioni e chiarimenti sul Buono Famiglia per venire incontro alle famiglie in stato di disagio.

Inoltre, grazie alla modifica del regolamento di assistenza economica, varato un mese addietro a larghissima maggioranza dal Consiglio Comunale su proposta del’assessore Lombardo e il “Buono Famiglia” appena varato dalla giunta, è possibile anche soddisfare in maniera più concreta e diretta le legittime attese delle 13 famiglie che hanno perso la casa a seguito del crollo delle palazzina che ha interessato l’area di via Castromarino e via Plebiscito.

 

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.