Docenti di Geografia scoprono le bellezze naturalistiche e paesaggistiche del territorio agirino. La sezione siciliana dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, infatti, ha visitato la Riserva naturale orientata “Vallone di Piano della Corte” gestita dal centro di ricerca “Cutgana” dell’Università, ente gestore dell’area protetta. A far parte del gruppo, costituito da oltre 75 docenti (nella foto), provenienti da varie località siciliane e da fuori Sicilia, anche la responsabile regionale, Elena Di Blasi, e alcuni componenti del direttivo, tra i quali Mercatanti, Enrico Nicosia, Antonio Danese e Nancy Messina. I visitatori suddivisi in gruppi hanno attraversato i sentieri della riserva, accompagnati dal personale del “Cutgana”, in particolare Elena Amore, Alessia Marzo e Giovanni Sturiale e, il responsabile dell’area protetta, Renzo Ientile. Il percorso si è sviluppato ai margini del torrente Brace e si è concluso con l’arrivo all’albero monumentale, meglio noto come “Pioppone”. L’area protetta si estende per un’area complessiva di circa 200 ettari ed è stata istituita proprio al fine di conservare e tutelare un ambiente umido di particolare interesse botanico visto che costituisce uno degli ultimi ambienti in cui è possibile ancora rinvenire relitti della tipica vegetazione ripariale igrofila che un tempo caratterizzava la maggior parte degli alvei dei torrenti della Sicilia centrale. La riserva “Vallone di Piano della Corte” per la sua rilevanza naturalistica la riserva è stata anche inserita nella Rete Natura 2000 come Sito d’Importanza Comunitaria.

I docenti, inoltre, hanno anche visitato i locali del Museo Naturalistico “Diodoro Siculo” ad Agira, gestito sempre dal Cutgana. Guidati da Grazia Savarino, all’interno del museo, i docenti hanno ammirato le rocce, i minerali, i campioni vegetali, i funghi, le collezioni entomologiche e un vasto campionario di vertebrati provenienti dal territorio degli Erei e dalla riserva “Vallone di Piano della Corte”. La visita è stata organizzata in collaborazione con la Proloco di Agira e con il supporto di Legambiente sezione “Filippo Salimeni” di Agira.

riserva

Comments are closed.