Venerdì 10 luglio, alle ore 21, al Cortile del Museo Diocesano (che sarà fruibile per metà della sua capienza, per cui è vivamente consigliata la prenotazione) si bissa il concerto “Donne da Oscar”, la performance musicale delle “DameInCanto” che lo scorso 26 giugno, con un sold out, aveva riportato la stagione della Camerata Polifonica Siciliana dove si era interrotta, rimodulando e adattando il calendario agli spazi. L’associazione concertistica catanese diretta da Giovanni Ferrauto ha ripreso l’attività con “Musica a Corte”, un programma di tre concerti a organico ridotto, per testare comunque la ripartenza dopo la quarantena forzata a causa dell’emergenza sanitaria.
Questo secondo concerto chiamato “Donne da Oscar”, chiaro riferimento alle grandi colonne sonore del cinema, non potrà non ripartire dall’omaggio a Ennio Morricone, genio assoluto delle colonne sonore scomparso nei giorni scorsi, i cui capolavori sono il cuore pulsante di questo concerto di Emilia Belfiore al violino, Concetta Sapienza al clarinetto e Annamaria Calì al pianoforte (nella foto) . Di Morricone, infatti, vengono eseguite il “Love Theme” da “Nuovo cinema Paradiso”, “Brothers” dal tema di “Gabriel’s oboe” del film “The Mission”, “Playing Love” tema dal film “C’era una volta il West” e il tema dal film “C’era una volta in America”.

«La Camerata Polifonica Siciliana si unisce al lutto nazionale per la perdita del maestro Ennio Morricone, recentemente scomparso all’età di 91 anni – commenta Giovanni Ferrauto, direttore della Camerata Polifonica Siciliana -. Protagonista fra i più significativi nella produzione di musica per l’audiovisione, è diventato nel tempo un punto di riferimento per la nuova generazione di compositori del genere. Una vita trascorsa “per” la musica: esecutore in giovane età – con la sua inseparabile tromba –, direttore d’orchestra e compositore di oltre cinquecento colonne sonore, di cui alcuni brani sono ormai entrati nella letteratura musicale e vengono eseguiti con differenti organici in giro per il mondo».

«Vogliamo rendere omaggio anche noi al maestro Morricone – prosegue Ferrauto – col secondo concerto ”. Il programma prevede un viaggio sonoro distante nel tempo e nello spazio. L’inizio del concerto sarà dedicato al maestro recentemente scomparso e verranno proposti al pubblico alcuni dei brani più popolari della sua vasta produzione di colonne sonore. La serata verrà impreziosita dalle proiezioni di alcuni frammenti dei film».

La serata vivrà anche delle musiche di Nino Rota, da “Il Padrino” a “Amarcord” e “Otto e Mezzo”, di Carlos Gardel dal film “Profumo di Donna”, di Josè Maria Lacalle dal film “Amapola”, di Scott Joplin dal film “La stangata”, di Yann Tiersen dal film “Il favoloso mondo di Amelie”, di Giuseppe Verdi, il Gran Valzer dal film “Il Gattopardo”, di John Kander il tema dal film “New York New York”, per chiudere con “La vita è bella” di Nicola Piovani.

dame

 

 

Comments are closed.