“Un movimento politico, oltre a essere un punto di riferimento nelle scelte di carattere civico e sociale che si compiono nell’interesse della collettività, è Canada Goose Jacka Billigt anche un punto di riferimento per valori e ideali che si sposano nel momento in cui si decide di farne parte. Un gruppo politico è anche una famiglia nella quale ci si confronta e ci aiuta per migliorare se stessi, soprattutto nei momenti più difficili. Ed è per questo che, dopo profonda e attenta riflessione dettata anche da commenti rivolti alla mia persona, ho deciso di lasciare il gruppo del Megafono del Consiglio comunale e aderire al gruppo misto. Questo non vuol dire tradire chi mi ha votato: anzi è un atto di fiducia verso i miei elettori per i quali nutro profondo rispetto. E in nome di questo rispetto preferisco passare al gruppo misto per continuare a impegnarmi per la città e per i catanesi”.

E’ l’amaro addio di Erika Marco (nella foto) al gruppo che l’ha eletta in Consiglio comunale, fra i cui banchi siede già dalla passata legislatura. La Marco sicuramente si è risentita per il mancato appoggio a seguito delle voci che la davano “indagata” dalla Commissione regionale antimafia.

“Ringrazio la dirigenza del Megafono – continua nella nota che ha diffuso alla stampa- per avermi sostenuto in questi anni: qualche incomprensione degli ultimi tempi mi ha portato a maturare questa scelta; tutto ciò, però, non contempla rammarico da parte mia ma solo riflessione e rispetto verso chi ha sempre creduto in me, come il vicesindaco Marco Consoli per me punto di riferimento al quale mi lega un rapporto di profonda amicizia oltre che di grande stima”.

Comments are closed.