Il Consorzio di Tutela “Arancia Rossa di Sicilia Indicazione geografica protetta” rende noto che è ufficialmente iniziata la campagna di commercializzazione delle arance rosse, precisamente della qualità tarocco e moro.igp

I famosi e soprattutto sani agrumi saranno disponibili non solo all’interno dei punti vendita della Grande distribuzione organizzata e nelle attività che commercializzano ortofrutta, ma anche all’interno delle attività horeca che offrono al consumatore spremute o frutto fresco di qualità certificata. Il consumatore riconoscerà il prodotto IGP grazie al bollino con tale indicazione.

“Il Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP, vuole valorizzare l’arancia rossa IGP – spiega Gianluca Ferlito, presidente del Consorzio – è nostro obiettivo, anche per mantenere vivo ciò che Expo Milano 2015 ci ha insegnato, immettere sul mercato prodotti di qualità. Non faremo una caccia alle streghe, ma grazie ai controlli che effettueranno con rigore i nostri ispettori, tutta la filiera sarà tutelata: i consumatori finali che avranno in tavola una vera arancia rossa IGP e i nostri oltre 550 soci, che lavorano onestamente e duramente, credendo in un comparto che vive delle difficoltà e che stiamo cercando di sostenere con diverse campagne di promozione, azioni strategiche e lotta a chi commercializza falso IGP”

Infatti, grazie alle varie azioni di promozione che, strategicamente, ha effettuato il Consorzio negli scorsi mesi, anche quest’anno continueranno i rapporti di co-branding con importanti insegne della Grande distribuzione, come ad esempio Coop Italia che ha già richiesto volumi maggiori di prodotto IGP rispetto allo scorso anno.

Tutto ciò è un segnale positivo per rilanciare i consumi interni e la produzione alimentare di qualitá, che, nel caso dell’arancia rossa IGP, è utilizzata anche per produrre trasformati così da gustarla tutto l’anno e non solo nel periodo del prodotto fresco.

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.