Ancora una pagina e una firma nel libro d’onore del Comune: “Recando la gloria del passato al futuro di Catania e  Alessandria “ è la frase sottoscritta dal governatore della regione di Alessandria d’Egitto Abdel Aziz c, accolto dal sindaco Salvo Pogliese e accompagnato dall’ambasciatore in Italia, Hisham Badr, ha siglato il “patto di gemellaggio” tra la città di Catania e quella di Alessandria d’Egitto (nella foto) alla presenza, del presidente della Regione Nello Musumeci.

 Interessi e progetti culturali, ma anche economici nei settori del turismo, dell’ agro-industria, della pesca e delle  nanotecnologie sono i punti cardine del “patto di gemellaggio e di cooperazione”, tra la città di Catania e la seconda città egiziana che conta circa 5 milioni di abitanti.

L’accordo prevede anche l’avvio di regolari collaborazioni di attività culturali per rafforzare il rapporto di amicizia tra le due città, nonché la promozione di scambi turistici con le compagnie crocieristiche, l’ innovazione delle piccole e medie imprese e sviluppo delle infrastrutture portuali e lo scambio di know-how e  progetti d’investimento congiunto nel rispetto delle competenze esclusive dell’Unione europea in materia di pesca. Il patto che favorirà l’interscambio di delegazioni ha tra i progetti anche la creazione di una sezione del museo Egizio a Catania, nella considerazione della comune tradizione egittologica.  Un’unione culturale alla quale si è richiamato anche il Governatore Abdel Aziz, che ha tra l’altro annunciato l’avvio di un’ interlocuzione con la Sac per il ritorno dei voli diretti tra i due Paesi: “Alessandria- ha spiegato il Governatore – può diventare il punto d’accesso all’Africa, come la Sicilia può essere il nostro hub per il Nord Europa”.

alessandria

 

Comments are closed.