Un 2° posto Assoluti a livello nazionale. Un altro 2° posto Assoluti nella cucina calda (categoria junior). E ancora: 6 medaglie d’oro; 11 medaglie d’argento; una squadra composta da 40 elementi tutti affiatati e con il forte sostegno degli Istituti alberghieri catanesi e, soprattutto, la presentazione di menù eleganti ed eccellenti che hanno affascinato e conquistato intere platee di commensali e severe giurie.cuochipremiati

Sono i risultati prestigiosi riportati in questi giorni dall’Associazione provinciale cuochi etnei agli “Internazionali d’Italia 2014”, la più importante competizione gastronomica della Federazione italiana cuochi, svoltasi dal 24 al 26 febbraio a Marina di Carrara, in Toscana.

Un nutrito gruppo di giornalisti siciliani appena un mese fa aveva potuto assaggiare durante una cena in anteprima in un ristorante dell’isola il menù che la squadra etnea avrebbe presentato alla competizione. E già allora era stato un successo annunciato, anche se sulle pietanze e sui loro nomi c’era un doveroso e comprensibile velo di silenzio-stampa. Oggi, a manifestazione conclusa, finalmente l’annuncio di questi esaltanti traguardi, che confermano l’eccellenza dell’enogastronomia siciliana a livello nazionale e internazionale e l’altissima professionalità e qualità dei nostri chef e delle squadre di cucina.

“Già dal primo giorno – ha commentato con viva soddisfazione il presidente dell’Associazione provinciale cuochi etnei, lo chef Seby Sorbello – abbiamo presentato una squadra compatta, 40 persone che lavoravano in assoluta sinergia e collaborazione, dimostrando di essere un vero team affiatato. Un lavoro che è stato ampiamente e giustamente ripagato dalle ottime prestazioni e dall’alto gradimento suscitato in chi ha avuto il piacere di assaggiare e degustare i nostri piatti”.

Assieme al fitto medagliere, infatti, e ai traguardi raggiunti, altri primati sono stati registrati dagli etnei a Marina di Carrara: il fatto di avere presentato una squadra junior che concorreva assieme ai senior e che ha conquistato un 2° posto negli Assoluti nazionali; di essere una squadra con diverse componenti femminili; e poi di avere venduto più menù nel corso dei pranzi rispetto a tutte le altre squadre partecipanti.

Ed eccoli, allora, i veri protagonisti di queste memorabili giornate e il menù presentato, che adesso ha tutto il diritto di essere pubblicato e divulgato.

Antipasto: bon bon di ricotta con cozza panata al mais su tappetino di macco di favette novelle e coriandoli d’ortaggi; composizione di crostacei con capperi di Pantelleria, con gelatina all’arancia rossa, punte d’asparagi, quenelle di crema di mandorle d’Avola con briciola d’oro e spuma di finocchio; trancetto di dentice con verdure di campo su crema di sedano rapa e patata vitellotte, crema di peperoni gialla. Main Course: pesce fuori dalla norma; raviolo con masculino alla siciliana su fonduta di caciocavallo ragusano e broccoli; rotolo di guanciale alla cannella con zucca gialla fondente su julienne di cavolo cappuccio vaporizzata al balsamico. Dessert: delizia al cioccolato con salsa alla mela verde e lime; semifreddo al mango e frutti di bosco su gelé alla papaya; tortino alle olive con crema all’anice stellato.

Gli artefici di tali meraviglie sono state le squadre senior seguite da Salvo Intelisano e Angelo Raciti e composte da: Riccardo Laganà, Orazio Torrisi, Simone Strano, Mario Failla, Giuseppe Leotta, Nico Scalora, Angelo Scuderi, Giuseppe Floresta e Fabio Fidotta. Le squadre junior, invece, sono state capitanate dal prof. Vincenzo Mannino e sono state composte da Enrico Lavernier, Aldo Scollo, Matteo e Alessandro Di Blasi, Simona Pappalardo, Laura Taiani; mentre gli chef junior singoli sono stati Matteo Triolo ed Ilenia Petronio.

I successi della squadra etnea sono stati possibili grazie anche al supporto e alla professionalità degli Istituti alberghieri del territorio: “Karol Wojtyla” e “Fermi-Eredia” di Catania; Istituto “Giovanni Falcone” di Giarre; Istituto “Rocco Chinnici” di Nicolosi; Istituto alberghiero di Lentini.

Una indiscrezione, infine, ha allungato la lista dei trionfi dei cuochi catanesi. Agli Internazionali di quest’anno, infatti, erano presenti alcuni osservatori della Nazionale italiana cuochi che avrebbero già individuato alcuni elementi della squadra junior etnea per farli accedere nella rispettiva categoria junior della Nazionale.

cuochietnei

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.