Il “Centro Magma” insiste con la drammaturgia contemporanea, e e come avviene da alcuni anni per scelta del direttore artistico Salvo Nicotra, anche il programma teatrale di questo 2019 si apre con una novità assoluta al femminile. «Nascosta dentro una corteccia d’albero», di Maria Barbagallo debutterà venerdì 18 alle 21 nella storica Sala via Adua 3. L’autrice (anche regista e attrice), con questa messa in scena su un proprio testo del 2017, sviluppa una tessitura teatralmente composita, sia tecnicamente (con i ritmi e le atmosfere quasi da sceneggiatura filmica, conditi dalla proiezione di “visioni” curate da Tamara Hamam) che contenutisticamente (situazioni palpabilmente tese e in “bilico” sino alla fine). Schematicamente si potrebbe dire che è esplorata la serrata ma equilibrata convivenza di una madre e di una figlia, intrisa di amore esclusivo, in cui si insinua l’inquietante, invadente e misteriosa presenza maschile che porta agli esiti imprevisti. Ma…   barbagallo

  Il testo che vanta una precedente vita autonoma, è stato finalista dell’edizione 2017 del Premio “Donne e Teatro” e – nello stesso anno – si è classificato al secondo posto nel Premio Efesto Città di Catania (Sezione dedicata a Mariella Lo Giudice).  Sono presenti in scena, insieme all’autrice-regista (curatrice anche del commento musicale), anche Maria Grazia Cavallaro e Luciano Leotta (nella foto); alla realizzazione dello spettacolo, con la Hamam, hanno collaborato a vario titolo anche Manal Hamam e Salvo Nicotra.

 Poiché per le repliche annunciate (sabato 19, ore 21, e domenica 20, ore 18,30) si prevede già il “tutto esaurito, l’organizzazione sta vagliando l’ipotesi di ulteriori repliche che saranno annunciate al più presto; per informazioni e prenotazioni: 3423882484 e 3333337848; mail@centromagma.it o pagina Fb “Sala Magma”.

 

Comments are closed.