Davvero sorprendente lo spettacolo apparso agli agenti delle Volanti nel pomeriggio di ieri durante un controllo a Librino: un’attività abusiva di parrucchiere per uomo, priva di qualsiasi autorizzazione. I poliziotti hanno effettuato un controllo all’interno di uno spazio condominiale adibito a parcheggio, in un complesso abitativo in viale San Teodoro. Durante il controllo hanno notato due individui che accedevano all’interno di uno dei garage: una volta entrati, si sono accorti che in quel locale, peraltro in uno spazio di appena 12 metri quadrati senza finestre e senza prese d’aria, era stata allestita un’attività di barbiere (nella foto) . Un giovane era intento a tagliare i capelli a un cliente e altri sette clienti, tra i quali tre ragazzi, attendevano il loro turno, sprovvisti di qualunque dispositivo di protezione e senza rispettare le distanze di sicurezza. Dopo aver fatto uscire dall’angusto locale tutti i presenti, gli agenti hanno proceduto a ritirare le relative autocertificazioni, nelle quali tutti e sette hanno confermato di essersi recati in quel luogo per farsi tagliare i capelli. Alla luce di ciò sono stati sanzionati per il mancato rispetto delle prescrizioni.barba2

Sul posto è stato richiesto poi l’intervento della Polizia Locale-Reparto Annona per gli accertamenti relativi ai profili concernenti lo svolgimento dell’attività lavorativa, che, comunque, non rientra tra quelle consentite dal decreto governativo. In particolare, è risultato che il “barbiere” non era nemmeno abilitato nè in regola, e gli è stata anche contestata la mancata iscrizione alla Camera di Commercio, all’albo degli artigiani, con sanzione accessoria della chiusura a tempo indeterminato e l’apposizione del relativo sigillo sulla porta di ingresso del locale.

Una situazione come tante che è stata sollevata dal presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Castiglione, che ha chiesto all’Amministrazione comunale e al Prefetto, anche a nome dei capigruppo consiliari, il rafforzamento dei controlli sul territorio per assicurare il rispetto, da parte di tutti i cittadini, delle direttive nazionali e regionali finalizzate al contenimento del contagio.
“Il Consiglio comunale – afferma Castiglione – in questo periodo di emergenza, non ha mai interrotto il proprio impegno politico e istituzionale: durante l’ultima riunione giornaliera dei capigruppo in videoconferenza, si è discusso del fatto che, purtroppo, ci sono ancora tante macchine e troppa gente in giro.  A nome mio e dei capigruppo – continua il presidente – chiediamo un intervento immediato di questa Amministrazione e del Comandante dei vigili urbani, e rivolgiamo un accorato appello al Prefetto affinché vengano disposti dei presidi fissi soprattutto nelle arterie più trafficate della nostra città”.
“Rinnoviamo quindi – conclude Castiglione – l’invito a rimanere a casa per tutelare la salute propria, dei propri cari e di tutta la comunità, e di seguire attentamente le direttive nazionali e regionali, con l’augurio che i numeri confortanti di questi giorni continuino a migliorare”.

barba

 

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.