E’ iniziato il conto alla rovescia per il “Sicily Folk Festival”, la rassegna musicale itinerante, organizzata dall’associazione “Il Tamburo di Aci” in collaborazione con l’associazione “Darshan”, che promuove le tradizioni musicali siciliane confrontandole con le altre culture europee e mediterranee. Dopo la fortunata edizione palermitana, quest’anno gli organizzatori del Festival hanno scelto gli scenari suggestivi del Parco delle Madonie
per la quarta edizione, che aprirà i battenti a inizio dicembre a Petralia Sottana.
«Il Sicily Folk Festival propone le sonorità di tutte quelle formazioni siciliane contaminate dalla
musica etnica di vari luoghi – dice Davide Urso, direttore artistico. Tra tradizione e contaminazione, il Festival mette sotto un unico cappello i suoni del Mediterraneo e dell’Europa che in Sicilia si sono trasformati, adattati, che hanno trovato una nuova forma e nuova linfa. Il festival, infatti, nasce proprio per valorizzare le realtà musicali siciliane, non solo quelle di genere popolare, evidenziandone le caratteristiche e le peculiarità legate al territorio, per poi
soffermarsi sull’evoluzione del linguaggio musicale e sulle proposte delle nuove avanguardie».
Intanto una gustosa anteprima si terrà al Cortile Platamone,  domenica 10 alle ore 21.30 , con i live di due formazioni che hanno fatto della contaminazione e dell’interculturalità la loro cifra stilistica: “Oi Dipnoi” (nella foto) e “I Beddi Musicanti di Sicilia.Oi Dipnoi
Apriranno la serata di domenica gli “Oi Dipnoi” (Valerio Cairone, Marco Carnemolla e Mario Gulisano), un trio nato nel 2013 dall’incontro fra tradizione e innovazione, dove l’una si arricchisce dell’altra in un costante dialogo nel quale è maturato nel tempo il patrimonio della cultura musicale dell’Isola. Una memoria ereditata dal polistrumentista Valerio Cairone, che ha raccolto le melodie della provincia siciliana minore, di cui furono protagonisti pastori, contadini, carrettieri. Domenica, a Catania, proporranno i brani del nuovo disco “Pontos” che uscirà il prossimo
gennaio , in concomitanza con la nuova tournee australiana, e sarà anticipato ad ottobre al “Womex”, la fiera world music dedicata agli addetti ai lavori che si tiene ogni anno in Polonia.
La serata di domenica proseguirà con il live dei “Beddi Musicanti di Sicilia” (Mimì Sterrantino, Davide Urso, Giampaolo Nunzio, Pier Paolo Alberghini, Alessio Carastro e Francesco Frudà), formazione che da 12 anni ripropone la musica siciliana tradizionale e di ricerca con il chiaro intento di innovare la musica siciliana, rendendola attuale, muovendosi tra sonorità antiche e melodie moderne, per gioco e per amore della loro terra d’origine: la Sicilia.Vincitori dell’undicesima edizione del Festival della Nuova Canzone Siciliana.
La IV edizione del Sicily Folk Festival , organizzato ogni anno come un ciclo di concerti,
quest’anno a Petralia Sottana consterà di quattro giornate: due dedicate ai Canti devozionali e due
ai Canti di Natale.

Comments are closed.