Il vecchio “San Luigi” di viale Fleming, un tempo tristemente noto per i disgraziati che vi si dovevano ricoverare per le condizioni spesso fatiscenti dei locali, ed anche perchè vi sorse uno dei primi presidi oncologici del Meridione, è diventato un Presidio territoriale di assistenza nuovo di zecca.sanluigi

Lo ha ufficialmente inaugurato il sindaco Enzo Bianco con tanto di fascia tricolore (nella foto). Il sindaco ha dichiarato: “Apprezzamento sincero per il lavoro moderno e di qualità che l’Asp ha realizzato. Faremo la nostra parte in termini di accessibilità, mobilità e di parcheggi. Il Presidio è centrale rispetto alla nuova Catania, a poca distanza dal Brt e dalla stazione della metro che aprirà tra pochi mesi e sarà collegata a questa struttura anche con una navetta”
Si tratta del secondo Presidio territoriale d’assistenza di Catania dopo quello di Librino-San Giorgio. In pratica un grande ambulatorio che servirà per l’assistenza medica e pediatrica di base, quella specialistica extra-ospedaliera e domiciliare, preventiva e consultoriale, farmaceutica e integrativa, e anche all’assistenza sanitaria in regime residenziale o semiresidenziale.
“Si tratta – ha detto Bianco ai giornalisti dopo aver portato il saluto del presidente della Regione Rosario Crocetta – di una concezione assolutamente innovativa dell’assistenza sanitaria. Una struttura come questa consente di offrire un servizio adeguato al cittadino senza che debbano usufruire di un ospedale, alleggerendo così la pressione sulle strutture di Pronto soccorso. Inoltre questa struttura è stata pensata per essere vicina al cittadino sotto il profilo dell’organizzazione dell’accoglienza e della comunicazione delle informazioni. Le sale d’attesa comunicano serenità anche dal punto di vista cromatico”.
All’inaugurazione, il direttore generale dell’Asp,  Giuseppe Giammanco, e il manager dell’Azienda “Garibaldi”, Giorgio Santonocito, da cui il “San Luigi” dipende.

 

 

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.