Si sono positivamente concluse le indagini condotte dagli agenti dell’Ufficio di Frontiera Portuale della Polizia di Stato; oggetto delle investigazioni, è stata una serie di furti compiuti nei mesi scorsi al Porto ai danni di alcuni esercizi commerciali e circoli velici. Sono stati denunciati due pregiudicati, uno di nazionalità italiana e l’altro di nazionalità straniera, di anni 37 e 35, ritenuti responsabili dei “colpi” messi a segno all’interno del Porto tra gennaio e marzo scorsi. Fondamentale per la risoluzione dell’indagine è stata la collaborazione con i colleghi dell’Aeroporto, che ha permesso di ricollegare gli elementi investigativi raccolti in occasione di due furti, precedentemente tentati all’interno dell’aereostazione, che avevano avuto come protagonisti gli stessi soggetti. I ladri infatti, hanno utilizzato, in entrambe le occasioni, lo stesso modus operandi, servendosi, in alcuni casi, della stessa autovettura. Inoltre, grazie alle telecamere poste all’interno di un circolo velico preso di mira, è stato possibile individuare i due, mentre erano intenti a scavalcare la recinzione per perpetrare, successivamente, un furto ai danni di uno scafo. Gli elementi di prova così raccolti sono stati cristallizzati in più informative che sono adesso al vaglio dell’Autorità Giudiziaria.

Comments are closed.