Borse di studio assegnate a studenti dell’Università in condizioni di svantaggio – economico, fisico, psichico, sociale o familiare – tali da pregiudicare i risultati negli studi. E’ quanto prevedeva il bando 2018-2019 promosso dalla Fondazione “Intesa Sanpaolo Onlus”, in collaborazione con l’Ateneo. In particolare, la Fondazione ha assegnato 47 borse di importo variabile tra i 1.500 e i 3.000 euro ciascuno (cifra che sarà accreditata su carte prepagate), per un totale di 84.500 euro.

La cerimonia di assegnazione delle borse si è tenuta nell’aula magna del Palazzo centrale (nella foto) . Sono intervenuti il rettore Francesco Priolo e il consigliere di amministrazione della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus Ernesto Tagliarini, oltre ai funzionari della filiale di piazza Trento, Gaetano Maurizio Messina, Agostino Di Gregorio e Giuseppe Felice Corrao, che hanno fornito agli studenti le istruzioni per ricevere e attivare le carte. Alla cerimonia erano presenti anche il dirigente dell’Area della Didattica Giuseppe Caruso, Maria Teresa Giannetti della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus e il responsabile delle relazioni territoriali in Sicilia di Intesa Sanpaolo Massimo Pesce.

Le 57 domande pervenute sono state vagliate da una commissione composta da Tagliarini, e dai docenti Salvatore Amato e Salvatore Massimo Oliveri. I contributi sono stati concessi agli studenti in possesso dei requisiti richiesti dal bando ed assegnati in base alla condizione di svantaggio economico, fisico, psichico, sociale o familiare dagli stessi documentata.

borseeee

 

Comments are closed.