La stagione del Centro “Magma” si apre con  “Medea”, da Euripide, con la regia di Gianni Scuto, realizzato in collaborazione con il Teatro “Gamma”. È il primo spettacolo della Rassegna intestata alla compianta Vanessa Favara. Si tratta di un nuovo allestimento sull’impianto scenico di Aldo Calcina e con costumi della sartoria Gagliani. La riduzione dei personaggi all’essenziale (Creonte, Giasone e Medea, appunto) imprime una decisa accelerazione all’evoluzione degli eventi; sono, dunque, assenti il coro, alcuni dei personaggi e manca l’intervento conclusivo e strumentale del “deus ex machina” (in Euripide, il carro del Sole) che sottrae la protagonista all’ira di Giasone e alla vendetta dei Corinti per condurla verso la definitiva disperazione.
Secondo la nota di regia, «Medea si presenta così, falsamente, come una creatura quasi inconsapevole e trascinata nel baratro della gelosia e dell’odio da un Giasone, ambiguo a tratti, ma anche ingenuo e totalmente dipendente dalla forza carismatica della personalità della donna>.medea
Sarà Barbara Cracchiolo a vestire i panni della protagonista, mentre Domenico Maugeri darà vita a Giasone (i due nella foto) e Alessandro Gambino a Creonte.
Si replica venerdì e sabato alle 21 e domenica alle 18.
Biglietto unico a 10 euro; validi gli abbonamenti.
La rassegna, infatti, prevede altri due spettacoli: “Donne” di Luigi Favara (anche regista), con Liliana Scalia ed Enrico Pappalardo, e “No, non sono Molly Bloom” di Giuseppe Mazzone, con Barbara Cracchiolo per la regia di Salvo Nicotra. Prenotazioni e informazioni:3404932802 e
3333337848; mail@centromagma.it

Comments are closed.