I carabinieri di Ramacca, hanno arrestato Tommaso Bontorno per evasione, violenza, lesioni, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. Appena il 4 novembre l’uomo era stato arrestato dai militari in flagranza del reato di furto di gasolio, commesso per l’ennesima volta ai danni di un pullman di linea dell’AST, posteggiato davanti al cimitero di Ramacca. Ma dopo la concessione degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza per il rito direttissimo ha pensato bene di far perder le proprie tracce. Nel è scaturita una vera e propria caccia all’uomo conclusasi in via Roma. Ma qui l’uomo, già circondato, ha minacciato i militari gridando:  <<… attenzione perché sono armato! …>>, estraendo  una bottiglia di vetro, rompendola su un muro e minacciando con il collo acuminato chi lo minacciava. Bontorno è stato presto ridotto all’impotenza ma prima di soccombere, ha morso alla mano un carabiniere che ha riportato ferite guaribili in 7 giorni. L’arrestato, assolte le formalità di rito è stato stavolta nel carcere di Caltagirone.BONTORNO

Comments are closed.