Iniziative per la commercializzazione in paesi europei ed extra europei, incontri con nuovi buyers, avvio di importanti iniziative di co-brandig con multinazionali statunitensi e ancora, progetti di trasporto via nave verso il centro Italia per superare l’imbuto dello stretto di Messina. Una missione fruttuosa quella del” Consorzio Arancia Rossa di Sicili”a IGP al “Fruit Logistica 2019” tenutosi dal 6 all’8 febbraio a Berlino.

Nello stand del Consorzio, all’interno dell’area espositiva della Regione, i vertici del Consorzio hanno avuto modo di avviare rapporti e stringere alleanze commerciali per far decollare l’export e la commercializzazione di un prodotto che rappresenta in pieno le produzioni agricole dell’Isola.selvaggi

“Fruit Logistica è la fiera regina d’Europa per numero di compratori e operatori internazionali del settore ortofrutticolo e il nostro Consorzio in questi giorni ha sfruttato al massimo questa occasione unica di visibilità – ha commentato il presidente del Consorzio Giovanni Selvaggi (nella foto) –, i tre giorni berlinesi, come ogni anno, sono stati importantissimi per far conoscere ai nostri partner le novità messe in campo dal Consorzio, dai suoi produttori, dai trasformatori e dai confezionatori”. “In questa edizione ci siamo dedicati in particolare a mostrare al mondo in nostri progressi su versanti come la conservazione del prodotto, gli imballaggi, le spedizioni e la logistica. Una parte importante è stata anche quella dedicata al nostro impegno sui percorsi di qualità e di tracciabilità del prodotto”, aggiunge Selvaggi. “Sul versante della tracciabilità, garanzia di genuinità del prodotto per i consumatori, stiamo lavorando moltissimo – ha affermato la vice-presidente con delega alle attività di tracciabilità comunicazione e marketing Elena Albertini -. “Siamo impegnati insieme all’Università, al Centro di Ricerca Olivicoltura, Frutticoltura e Agrumicoltura (Crea – Ofa) di Acireale e ai nostri soci per mettere appunto meccanismi di controllo innovativi basati sull’utilizzo della tecnologia block chain – ha aggiunto – Un’innovazione in grado di garantire in totale trasparenza l’intera tracciabilità della filiera di produzione e di trasformazione dei prodotti agricoli, consentendo di certificarne la qualità e la provenienza, assicurando così la massima trasparenza a garanzia dei consumatori”.

Il “Consorzio Arancia Rossa di Sicilia” a Berlino è stato rappresentato anche da alcuni degli oltre 600 produttori, 70 confezionatori e 30 aziende autorizzate alla trasformazione alimentare di arance rosse.

“Nel territorio di produzione dell’Arancia rossa di Sicilia IGP abbiamo aziende di produzione, trasformazione e confezionamento con una vocazione alla qualità e all’export che cresce di anno in anno”, ha rivelato il vicepresidente con delega ai rapporti con i produttori e confezionatori  Luca Bonomo.

A testimoniare il grande interesse suscitato a Berlino dalle Moro, Tarocco e Sanguinello, le tre varietà, dell’Arancia rossa di Sicilia IGP c’è anche la fila costante davanti alla macchina spremiagrumi del Consorzio a Berlino.

“Abbiamo distribuito oltre mille bicchieri di spremuta di arancia rossa e ad assaggiare le arance appena spremute è passata anche la sottosegretaria di Stato al ministero delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo, Alessandra Pesce –  ha svelato il funzionario Nino Nicolosi – in base all’esperienza accumulata durante le precedenti edizioni del Fruit Logistica abbiamo fatto arrivare a Berlino 500 chili di arance e non ne è rimasta neanche una”.

berlin

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.