L’innovazione nel digitale non è solo quella dell’industria 4.0 prossima ventura, ma è anche l’esigenza di fare rete con i lavoratori e di ripensare la rappresentanza sindacale in termini di “contaminazione di idee” con tutto il mondo produttivo. A Catania, inoltre, realtà come “Microelectonics”, “Micron” o la nuova “Leonardo” che lavorano su hardware e software, pongono le condizioni per attirare l’interesse di nuove imprese interessate ad investire e dunque ad avvalersi di lavoratori altamente specializzati.
“Lavoro, Welfare, processi produttivi nell’era digitale” è il titolo dell’iniziativa promossa dalla Cgil  che si terrà giovedì  7 in via Crociferi 40 a partire dalle ore 9,30. Sarà presente ai lavori il segretario nazionale, Vincenzo Colla.

Apriranno il dibattito, il segretario della Camera del lavoro, Giacomo Rota, e il segretario confederale Claudio Longo. Interverranno ai lavori, Carmelo De Caudo, segretario Spi Cgil Sicilia, Massimo Malerba, responsabile Dipartimento lavoro, Stefano Materia, segretario FIOM, Marco Romano, docente di Economia e Impresa Università, Giovanni Grasso, direttore Confindustria, Monica Genovese, segretario Cgil Sicilia.

Comments are closed.