Ore 21,50, di ieri, la Centrale Operativa del Comando Provinciale ha inviato una “Gazzella” del pronto intervento in via Zitelli, a San Cristoforo,  poiché al 112 è giunta una chiamata che indicava una rissa in atto.

I militari, appena giunti, hanno trovato un extracomunitario seduto in terra con il volto insanguinato che, in chiaro stato confusionale, ha urlato frasi sconnesse. In quel brevissimo lasso di tempo in cui i militari stavano rendendosi conto della situazione, l’africano si è alzato di botto e, infilandosi in un portoncino, è salito al primo piano della palazzina aggredendo prima una donna, di 67 anni, e poi il marito, di 64 anni.

Grazie all’intervento dei Carabinieri, è stato ricondotto giù in strada dove, con l’aiuto di un ghanese accorso in suo soccorso, ha preso a dimenarsi colpendo con calci e pugni i militari e l’auto di servizio. Sono sopraggiunti altri Carabinieri di rinforzo che infine hanno ammanettato i due.

All’Ospedale “Garibaldi” sono finiti i due coniugi aggrediti (riporteranno dei traumi guaribili in una decina di giorni) e l’extracomunitario, medicato e giudicato guaribile in 5 giorni.SULEY MOHAMMED 01011990IDRISS ABDULLAH 05091988

Gli arrestati: Abdullah Idriss, di 26 anni, del Sudan, e Suley Mohamed, di 24 (nelle foto), del Ghana, sono stati rinchiusi in camera di sicurezza in attesa del rito per direttissima per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale in concorso e danneggiamento.

Ancora da chiarire i motivi dell’aggressione ai due coniugi.

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.