Sarà la piazza San Michele, nel quartiere Matrice di Vizzini ad accogliere il reading sull’immigrazione ideato dall’attore, regista e drammaturgo catanese Nicola Costa, Direttore artistico del Laboratorio di Drammatizzazione Permanente del Centro Studi Teatro e Legalità. “Questo non è uno spettacolo politico – dichiara Costa – né mi interessa produrre propaganda. Penso da sempre al teatro come uno strumento contributivo, evolutivo, con cui è possibile produrre emozione e rilanciare consapevolezza, bellezza, riflessione. Il teatro è per me il mezzo, non il fine. Penso che il tema dell’immigrazione sia sin troppo tragico per strumentalizzarlo con ulteriore retorica o con prese di posizione a favore di un orientamento di partito. Considero questo progetto artistico come una porta che è possibile schiudere sul buon senso civile che qualunque comunità dovrebbe mostrare, ma anche come un grande viaggio da compiere attraverso il tempo e la storia”.
In scena, insieme all’attrice Ornella Benenato, Costa (nella foto) crea accostamenti tra tempo e storia allineando e sovrapponendo sentimenti di disperazione e speranza.costa

“Un tema così delicato – conclude Costa – non può che essere trattato con soluzioni tecniche concrete che in nessun caso possono escludere intese politiche internazionali. Il problema non può rimanere confinato al nostro paese ma, al contempo, gli italiani non devono cadere nell’errore di spaccarsi e di dar vita a faziosità di stampo razzista. La storia insegna tanto. Rileggiamola se è il caso, ma non dimentichiamo quello che il razzismo ha prodotto in ogni tempo ed angolo di mondo”.
La realizzazione e l’allestimento del reading di Nicola Costa è stato fortemente voluta dall’associazione “Confimed” rappresentata da Gaetano Sanfilippo, e sarà ad ingresso gratuito.

Comments are closed.