Hanno vissuto un pomeriggio allucinante nella loro villetta di Santa Maria la Stella. Dovranno ringraziare per sempre il vicino che ha avvertito il “112”.

Quando i carabinieri della Compagnia di Acireale sono arrivati, la rapina era già in corso.

I militari hanno udito il rumore assordante di un flex e le urla di una bambina che chiedeva aiuto.

Dalla porta posteriore i carabinieri hanno scorto tre uomini incappucciati ed armati di spranghe di ferro e un uomo ed una bambina, con i polsi legati da fascette, inginocchiati a terra: i banditi li stavano minacciando per farsi consegnare il denaro e le chiavi della cassaforte.

Il padre ha consegnato il denaro in suo possesso e le chiavi della cassaforte.

A quel punto i militari hanno deciso di fare irruzione, mettendo in fuga i criminali: il primo, dopo una breve colluttazione, è stato immediatamente bloccato, mentre gli altri due sono riusciti a scappare, ma per poco.

Il secondo bandito si era nascosto sul tetto, appiattito sulle tegole; mentre il terzo, che nella fuga si era lanciato dal primo piano dell’abitazione, è stato identificato grazie ai rilievi effettuati sulla scena del crimine.

Gli arrestati sono Giovanni Greco, classe 1979, di Aci Catena, Francesco Di Martino, classe 1972 (nelle foto da destra), di Aci Sant’Antonio e un minorenne di Aci Catena.

greco giovanni 1979 di martino f.co 1972

 

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.