Continuava a perseguitare la moglie nonostante tutte le misure prescrittive. Ora a Polizia su disposizione del GIP del Tribunale di Caltagirone, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, nei confronti di un quarantaduenne. In particolare, il 26 settembre il’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari con permesso di recarsi sul luogo di lavoro dalle ore 5.15 alle ore 16.00, invece di fare rientro a casa senza soste intermedie, si è recato in un bar nelle vicinanze dell’abitazione della ex moglie e dei suoi genitori, aspettandola e minacciandola di morte. La donna, dopo aver chiamato il 112 si è recata in Commissariato ove, visibilmente spaventata, ha formalizzato la denuncia. Le indagini, anche reperendo supporti video, hanno consentito di richiedere ed ottenere la sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari in corso con la misura cautelare della custodia in carcere. Ora è stato rinchiuso nella Casa Circondariale di Caltagirone.

Comments are closed.