“Il confronto sulle linee guida generali del Piano regolatore generale risponde all’impegno che avevamo preso con le forze sociali con l’obiettivo di dare alla città un documento quanto più possibile partecipato e condiviso”. Lo ha detto il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Castiglione, aprendo in aula consiliare (nella foto) l’incontro con ordini professionali, associazioni, sindacati e forze sociali in vista dell’esame finale delle linee guida generali del piano regolatore generale, prevista nella seduta del  Consesso civico del 14 ottobre.

bty
“L’atto che ci apprestiamo a votare, dopo la discussione di venerdì scorso – ha sottolineato Castiglione – ,  è una prerogativa, e anche una scelta,  del Consiglio comunale e per questo ringrazio tutti i presidenti di commissione e i consiglieri ai quali abbiamo sottoposto il documento, per l’importante lavoro svolto nell’interesse della città”.
Castiglione e il presidente della commissione Urbanistica, Manfredi Zammataro, hanno ricordato che sino alle ore 12 dell’11 ottobre è possibile presentare emendamenti e hanno quindi invitato “quanti desiderano apportare contributi migliorativi, a sottoporli all’ufficio di presidenza o alla commissione urbanistica perché possano essere valutati ai fini di una integrazione o modifica del testo definitivo”.
Durante l’incontro è stata riaffermata la necessità di rafforzare, nel principale strumento di pianificazione della città, gli obiettivi dello sviluppo sostenibile, con incremento delle aree verdi anche in funzione dell’emergenza climatica, e della valorizzazione dei vari quartieri cittadini dal centro storico al lungomare alle periferie.

Intanto in aula è approdato l’ordine del giorno sul’affidamento, con criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, del servizio di spezzamento, raccolta e trasporto allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani differenziati e indifferenziati compresi quelli assimilati e altri servizi di igiene pubblica all’interno dell’ARO di Catania suddiviso in 4 macro lotti.Autorizzazione all’avvio della procedura di affidamento ed assunzione dell’impegno di spesa con carattere di urgenza.

All’ordine del giorno anche l’istituzione della Commissione Consiliare Speciale e temporanea denominata “Patto per Catania”.

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.