Il sindaco Salvo Pogliese si è recato nuovamente alla Playa (nella foto) per verificare le condizioni di alcuni stabilimenti balneari danneggiati dalle fiamme, che si sono propagate l’altro ieri pomeriggio in diversi punti del litorale. Ho constatato – ha commentato durante il sopralluogo effettuato con il presidente del Sindacato Italiano lidi Balneari Ignazio Ragusa- che nonostante la gravità degli incendi, le attività degli stabilimenti potranno riprendere tra pochissimi giorni. Purtroppo i danni sono importanti per via di alcune cabine, spazi coperti e auto andate distrutte numerosi alberi e zone a verde, rimaste distrutte. Tuttavia grazie alla forza e al coraggio degli imprenditori, l’estate alla Playa proseguirà come ogni anno”.

Il primo cittadino ha voluto ancora una volta evidenziare “lo straordinario impegno dei vigili del fuoco, delle forze dell’ordine, della forestale, della protezione civile e dei volontari che si sono adoperati per limitare la violenza delle fiamme e soccorrere i bagnanti in preda al panico che cercavano di mettersi in salvo. Li ringrazio tutti a nome dell’intera città di Catania”.

Il sindaco ha ricordato che ”Il 14 maggio scorso ho emanato un’ordinanza che obbliga i privati a sistemare i terreni di proprietà per limitare il propagarsi del fuoco, una prescrizione che alcuni purtroppo non rispettano. Aspettiamo l’accertamento delle responsabilità e chiarire la causa degli incendi. E’ necessario, però, oltre a intensificare i controlli, un adeguato senso civico per rispettare l’ambiente e anche prevenire gli incendi. Nelle scorse settimane, per esempio, dopo 8 anni, grazie alla collaborazione tra Comune e Città metropolitana, siamo intervenuti sul viale Kennedy, ripulendo le sterpaglie e migliorando la sicurezza del principale asse viario della plaia. Comunque – ha concluso – sono certo che anche stavolta Catania saprà rialzarsi e trovare la forza per proseguire, contro ogni avversità, nel percorso di rinascita”.

Nella prima dichiarazione a caldo, il primo cittadino ha voluto ringraziare i vigili del fuoco “che hanno rischiato in prima persona per arginare il propagarsi del fuoco, ai tanti volontari che hanno aiutato  i bagnanti a mettersi in salvo e agli operatori della protezione civile e delle forze dell’ordine che hanno assistito la popolazione nei momenti drammatici dei roghi. Ho seguito personalmente dalla sala operativa della prefettura allestita nel primo pomeriggio, insieme all’assessore Alessandro Porto, l’evolversi degli incendi e l’azione dei soccorsi, che sono stati tempestivi ed efficaci”.

sopralluogo

 

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.