Accusato di maltrattamenti in famiglia un adranita di 43 anni. La denuncia è stata presentata dalla moglie, cittadina di nazionalità marocchina, che si è recata al Commissariato per raccontare i maltrattamenti del marito. La donna ha riferito che da circa due anni le le violenze si sono concretizzate in spinte e bloccaggi dei polsi. Inoltre, anche la figlia avuta da una precedente relazione era sottoposta a questo genere di trattamenti, più che altro verbali. Dopo l’ennesimo litigio verbale, il marito ha preso a schiaffi la moglie, episodio che convinceva quest’ultima a recarsi dalla Polizia. Sulla base di queste dichiarazioni, è stata immediatamente attivata la nuova procedura in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere “codice rosso”, avvisando nel contempo la vittima della possibilità di essere alloggiata presso una struttura protetta. Il marito è stato deferito all’Autorità giudiziaria procedendo, altresì, ad applicare nei suoi confronti la misura del ritiro cautelativo di una pistola con cartucce, regolarmente detenute.

 

Comments are closed.