Tentata estorsione e maltrattamenti in famiglia le accuse a carico di un  quarantaquattrenne di Giarre, già gravato da precedenti penali, che, ieri mattina, esigendo una presunta eredità (10.000 euro la parte reclamata)  non ha esitato a picchiare la madre ottantenne. Ad intervenire,  i Carabinieri di Giarre che, allertati da una chiamata al 112 da alcuni vicini di casa, hanno fatto irruzione in casa riuscendo, dopo una breve colluttazione, ad arrestare l’energumeno mentre si accaniva ancora contro la madre.

La donna, trasportata in ambulanza all’Ospedale di Acireale, è stata medicata e giudicata guaribile in una ventina di giorni per un trauma alla mandibola destra. Lo stesso ospedale che il 13 maggio scorso l’aveva curata per  altre lesioni procuratele dallo stesso figlio e non denunciate per paura.

L’arrestato è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

Comments are closed.