Il Consiglio comunale  ha approvato, con 18 voti favorevoli e 9 contrari, la delibera sull’aumento del 9,5% della “Tares” semplificata. Un aumento previsto dal Piano di risanamento approvato dal precedente Consiglio.

Dopo un lungo dibattito l’opposizione, che aveva presentato 18 emendamenti, li ha tutti ritirati tranne uno, comunque bocciato dal voto consiliare.

Sono stati invece presentati due ordini del giorno, uno della maggioranza, e uno dell’opposizione, approvati entrambi con 26 voti favorevoli e 2 astenuti su 28 presenti.

L’odg dell’opposizione è stato letto in aula dal primo firmatario Carmelo Coppolino. Con il documento si impegna l’Amministrazione “Alla radicale revisione delle 8 categorie a partire dal 2014 con una più equa distribuzione delle aliquote in relazione ai nuclei familiari e rispetto a quelle attività che ricoprono superfici adibite a produrre reddito, con particolare attenzione ai piccoli commercianti e artigiani”.

Si impegna inoltre l’Amministrazione “a vigilare e ottimizzare il servizio della raccolta differenziata, con la creazione di un servizio porta a porta almeno a partire dal 2014”  e  “a rivedere le tariffe”.

L’ordine del giorno della maggioranza è stato letto in aula dal primo firmatario Agatino Lanzafame.

Qui si impegna l’Amministrazione comunale “A verificare immediatamente la possibilità di attuare un percorso che porti al miglioramento del servizio, all’aumento della raccolta differenziata e al conseguente risparmio sugli attuali insostenibili costi di conferimento in discarica, al fine di una progressiva riduzione del costo delle tariffe per i cittadini”.

Inoltre “a  potenziare gli attuali controlli sulla qualità del servizio erogato dalla ditta, impiegando tutti i mezzi necessari per garantire ai cittadini una migliore qualità della vita” e “ad attivarsi per perseguire nel corso dei cinque anni della consigliatura una progressiva riduzione delle imposte sullo smaltimento dei rifiuti. Infine “A procedere alla revisione delle categorie tariffarie per il calcolo della Tares a partire dal 2014”.

“Con l’approvazione di questa delibera – ha commentato Alessandro Porto (nella foto) parlando a nome di tutta la maggioranza – abbiamo voluto confermare il percorso di collaborazione con la minoranza. Non è un caso che entrambi gli ordini del giorno approvati dopo un ritiro degli emendamenti che ha velocizzato i lavori, puntino sul miglioramento del servizio della rimozione dei rifiuti. Si tratta della conferma che il Consiglio tutto, di concerto con l’Amministrazione, sta lavorando per il bene della Città”.

Alessandro Porto

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.