Da sempre si dice che è un predestinato. In effetti il non ancora cinquantenne Salvo Pogliese (46 anni compiuti a marzo) , rampollo della rinomata famiglia, la politica ce l’ha nel sangue, da quando è stato il leader di “Azione giovani” all’Università ai primi passi in Consiglio comunale, e poi ancora alla Provincia, alla Regione ed infine al Parlamento europeo.

Ora si ritrova sindaco della sua città con un risultato davvero notevole, ed al primo turno: ha infatti ottenuto oltre 69 mila voti, pari al 52,29%, sbaragliando l’avversario diretto Enzo Bianco, già alla quarta sindacatura e puntava alla quinta, che si è fermato al 26,41% con quasi 35 mila voti. Davvero un ben magro risultato. Parzialmente deludente l’outsider cinquestellino Giovanni Grasso, che entra sì in Consiglio comunale assieme ad una pattuglia di grillini, cinque in tutto. Ma si tratta di una cifra bel lontana dal voto alle politiche di marzo quando Giulia Grillo e compagnia conquistarono tutti i seggi all’uninominale tanto che non ne restarono più. Ebbene, il professore all’istituto musicale ha sfiorato il 21% con quasi 21 mila preferenze.

Non riesce ad approdare in Consiglio Emiliano Abramo, della comunità di “Sant’Egidio” pur con un lusinghiero 3,58%. Più staccato Riccardo Pellegrino, fermo all’1,8.

“Poter servire la propria comunità come sindaco è l’onore più alto che chi ha fatto della politica la propria missione possa ricevere. Grazie per questa straordinaria testimonianza di affetto e di fiducia.
Vi ripagherò lavorando ogni giorno con entusiasmo per rendere Catania una città all’altezza delle vostre speranze e delle vostre aspettative”, ha scritto immediatamente sul suo sito un evidentemente emozionato Pogliese, che questa mattina, alla certezza della vittoria, si è fatto una passeggiatina alla pescheria (vedi toto), in piazza Pancali e poi in via Etnea.

Ai numerosi giornalisti che l’assediavano, ha ribadito alcuni punti della campagna elettorale: pulizia e sicurezza innanzitutto. In città l’appalto per la raccolta rifiuti è andato deserto per ben cinque volte.

“E’ un risultato eccezionale – ha commentato -: abbiano avuto un consenso in tutti i quartieri della città. Ma al di la’ di logiche partitiche voglio essere il sindaco di tutti. La prima cosa che ho fatto per Catania – osserva Pogliese – è rinunciare a una comoda poltrona a Bruxelles per una esaltante, qualificante, ma molto scottante poltrona di sindaco della mia città. Credo che i catanesi ci chiedano più sicurezza, pulizia e decoro urbano. Sono queste le nostre priorità e agiremo di conseguenza”.

pogliese3

 

Ma ecco il risultato ufficiale pubblicato dall’assessorato Enti locali della Regione.

 

Percentuale. votanti: 53.15

Sezioni scrutinate: 336/336

 

Fonte Regione Sicilia

Primo turno

CANDIDATO PERC. / VOTI PARTITI VOTI PERC. SEGGI TOT
SALVATORE DOMENICO ANTONIO
POGLIESECENTRODESTRA
52,2969.029 VOTI
Forza Italia 13.481 14,41% 6
Una Scelta D’amore Per Catania – Pogliese Sindaco 13.130 14,03% 5
Grande Catania 10.230 10,93% 4
#diventerabellissima – Pogliese Sindaco 7.220 7,72% 3
Fratelli D’italia 7.177 7,67% 3
In Campo Con Pogliese 6.668 7,13% 2
Catania In Azione 5.000 4,09% 0
Udc- Unione Di Centro 4.639 3,80% 0
Noi Con Salvini – Unione Dei Siciliani 2.056 1,68% 0
23
VINCENZO
BIANCOLISTA CIVICA
26,4134.858 VOTI
Con Bianco Per Catania 10.357 11,07% 3
Catania 2.0 8.806 9,41% 3
Cambiamento Reale – Voce Civica 5.259 4,31% 0
Primavera Per Catania – Lista Civica 3.527 2,89% 0
I Progressisti 2.123 1,74% 0
6
GIOVANNI
GRASSOM5S
15,9120.996 VOTI
Movimento 5 Stelle 16.494 17,63% 6
6
EMILIANO
ABRAMOLISTA CIVICA
3,584.727 VOTI
E’ Catania – Abramo Sindaco 3.822 3,13% 0
RICCARDO ANGELO
PELLEGRINOLISTA CIVICA
1,812.388 VOTI
Un Cuore Per Catania 2.133 1,75% 0

 

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.