Ancora segnalazioni sui disservizi nel vari quartieri. Nico Sofia, presidente del Comitato “Terranostra” torna sul viale Alcide De Gasperi (nella foto),  che definisce “un’enorme incompiuta dove le poche decine di stalli realizzati oltre 5 mesi fa non posso bastare a tranquillizzare coloro che qui vivono o lavorano”.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Interventi isolati che non possono compensare tutti i disagi ed i problemi che gli abitanti ed i commercianti del quartiere devono subire quotidianamente ogni volta che piove. L’arteria,, infatti, non possiede un asfalto adeguato o un sistema per il deflusso delle acque piovane efficiente. Non solo, ancora oggi, l’arteria resta divisa in due tronconi. Molte volte i residenti hanno chiesto un collegamento per facilitare, una volta per tutte, la viabilità dell’intera zona. Il Comitato  ribadisce, la necessità di assicurare al quartiere quelle opere e quelle infrastrutture di vitale importanza per evitare il caos nelle ore di punta.”In particolare bisogna evitare che l’enorme spiazzo di via Alcide de Gasperi, di fronte la scuola, si trasformi in un enorme lago artificiale durante le piogge perché manca un adeguato sistema per il deflusso delle acque piovane. A questo va aggiunta pure la quasi totale assenza di una segnaletica orizzontale e verticale che possa regolare il traffico, evitare incidenti e garantire l’incolumità dei pedoni tutte le volte che devono attraversare la strada. In questo contesto è fondamentale ribadire che secondo i progetti iniziali la via Alcide De Gasperi doveva rappresentare il normale sbocco per il traffico che ogni giorno invade viale Artale D’Alagona e viale Ruggero di Lauria”.

Il Comitato cittadino “Vulcania” invece torna  sull’incrocio con la via Amore, una piccola traversa, che non si vede ma c’è su via Monserrato (altra foto), che potrebbe semplicemente essere messo in sicurezza con uno specchio parabolico.

E’ quanto scrive in una nota la coordinatrice Angela Cerri: “per chi proviene da via Amore all’incrocio è impossibile vedere chi proviene su via Monserrato, con il rischio di un incidente. Per risolvere il problema basterebbe applicare un apposito specchio parabolico stradale, strumento aggiuntivo alla segnaletica stradale, che viene posizionato solitamente in corrispondenza di quegli incroci la cui visibilità da parte degli automobilisti in transito, per ragioni fisiche dei luoghi, non è ottimale e non risolvibile in altra maniera. Si sollecita l’organo preposto dell’Amministrazione comunale a rispondere alla segnalazione dei cittadini del quartiere perché possa risolvere al più presto questo serio problema.

monserrato

 

 

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.