Un concorso musicale internazionale con settanta artisti provenienti dai conservatori di tutto il mondo, una competizione nazionale con cento studenti delle scuole a indirizzo musicale di tutta Italia, quattro giorni di masterclass, una tavola rotonda, concerti e performance musicali in un tempio della musica come il teatro “Bellini” ma anche in luoghi inusuali come la stazione Stesicoro della metropolitana. E’ la 27ma edizione dell’ “International Music Competition Gianluca Campochiaro” che si svolgerà  sino al 18 novembre con il patrocinio e la collaborazione del Comune, organizzato dall’associazione musicale “Pedara per Gianluca Campochiaro”. Pianisti, violinisti, violisti cantanti lirici e formazioni cameristiche di alto livello saranno impegnati in sessioni quotidiane tra il Palazzo della Cultura, il liceo musicale “Musco”, il camplus d’Aragona e il teatro.
La manifestazione è stata presentata nella Sala Giunta di Palazzo degli Elefanti dal sindaco Salvo Pogliese, dall’assessore alla Cultura Barbara Mirabella e da Caterina Campochiaro, copresidente, insieme a Carmelo Campochiaro, dell’associazione intitolata a Gianluca, promettente studente dell’istituto musicale Bellini scomparso prematuramente nel 1988.
“Dalla Russia al Giappone, dalla Cina al Corea del Sud, dal Vietnam alla Spagna, dalla Germania, al Regno Unito,  all’Egitto, a Taiwan – ha sottolineato l’assessore Mirabella – sono tante le nazioni che si sfideranno a suon di musica in una kermesse che arricchirà la nostra ‘mission’ culturale e permetterà a tanti ragazzi delle scuole cittadine, che abbiamo coinvolto come assessorato, di confrontarsi e aprirsi a nuove esperienze”.
Erano presenti all’incontro, tra gli altri, i direttori artistici del concorso Igor Coretti e Carmelita Cocuccio, Chiara Bonaventura del liceo musicale, il professore Antonio Pogliese  dell’Università, il direttore artistico del “Bellini”, Francesco Nicolosi, Sebastiano Gentile per la Circumetnea (che ha consegnato miniabbonamenti gratuiti per i partecipanti al concorso intestati a “Vincenzo Bellini”), il dottor Romeo per il Camplus d’Aragona,  il presidente di Acoset Fabio Fatuzzo, il responsabile di  Oranfresh, Salvatore Torrisi.
Il calendario della manifestazione prevede sino a sabato 17,  al Palazzo della Cultura le audizioni di canto lirico e musica da camera, al camplus d’Aragona i “casting” di pianoforte, pianoforte quattro mani e violino, e al liceo “Musco” le prove riservate alle scuole a indirizzo musicale e inoltre, sabato 17 alle ore 18, il concerto finale del concorso nazionale. Il concerto di gala e la cerimonia di premiazione del concorso internazionale si terranno domenica  alle 18.30 nel teatro “Massimo Bellini”.

Presidenti di giuria sono Roberto Cappello per la sezione pianoforte e Regina Brandstätter per il violino. Tra i premi, borse di studio e concerti nel teatro Bellini  e sul palco del teatro di Modica con il direttore artistico Giovanni Cultrera, componente del comitato scientifico del concorso.
Nell’ambito del progetto sono previste anche la tavola rotonda “Musica e sviluppo economico nella città di Bellini”, o
Il programma completo della manifestazione è disponibile sul sito concorsointernazionalegianlucacampochiaro.it.

campochiaro

Comments are closed.