Qualcuno alla festa ha portato i figli, qualcuno addirittura i nipoti a dimostrazione di quanto tardi sia arrivato, per questi lavoratori, il momento della firma del contratto a tempo indeterminato. Dopo un’attesa durata quasi 30 anni, infatti, si conclude a Bronte, finalmente e  definitivamente, la condizione di precariato per i 73 contrattisti del Comune. Il sindaco Graziano Calanna ha concluso l’iter burocratico, permettendo ai lavoratori di essere stabilizzati. E così nel Palazzo comunale di Viale Catania (nella foto) che ospita i Servizi Sociali e Demografici, i lavoratori hanno firmato il contratto. “Si conclude definitivamente in questo Comune la stagione del precariato. – ha affermato il sindaco rivolgendosi ai lavoratori – Sono felice perché so che questo momento darà serenità a voi ed alle vostre famiglie.  Ed alla firma del contratto hanno partecipato numerose autorità. Oltre al sindaco, presente la Giunta municipale, il presidente del Consiglio comunale, Nino Galati, con diversi consiglieri. Presente anche il sindaco di Floresta, Sebastiano Marzullo. Tanta gioia fra i lavoratori: “Esprimiamo – ha affermato  Gaetano Barbagiovanni che al Comune di Bronte dal 1995 rappresenta gli ormai ex contrattisti –  grande soddisfazione per una stabilizzazione che rende giustizia ad un lavoro svolto all’interno del Comune, che per troppo tempo è rimasto precario. Diamo atto all’Amministrazione Calanna di aver preso a cuore la nostra situazione fin dal primo momento in cui si è insediato, rendendosi perfettamente conto del disagio nostro e delle nostre famiglie. L’augurio è che mai più ci possano essere lavoratori relegati all’interno di un libo professionale come quello che abbiamo subito noi per quasi 30 anni”.

contrattisti

Comments are closed.