Un successo strepitoso e inatteso, pure dagli stessi organizzatori. Così stata prorogata sino al 9 marzo la mostra “Tex Willer: 70 anni sotto il vulcano”, visitabile gratuitamente nella Galleria d’Arte moderna dell’ex monastero di Santa Chiara, in via Castello Ursino 26. Slitta pure al 17 febbraio la chiusura della mostra  “Io Dalí” nel Castello Ursino.
Era il 30 settembre del 1948 quando dalla penna di Gian Luigi Bonelli nacque il personaggio western più amato d’Italia, Tex Willer, che per 70 anni ha appassionato bambini e adulti di tutte le generazioni. Alla “Galleria d’arte moderna” in via Castello Ursino 26, è allestita e realizzata – grazie alla collezione privata del curatore Matteo Belfiore – la mostra dedicata all’eroe pop italiano: “Tex Willer 70 anni sotto il vulcano”.  Un omaggio a un personaggio che è riuscito a resistere al tempo e alle mode: l’esposizione consiste in un percorso attraverso disegni originali, stampe, tabelloni e quadri sinottici. Oltre 40 opere, di cui molte uniche, che raccontano la storia e l’evoluzione del fumetto e di Tex.

Belfiore ha così concepito lo spazio all’interno della galleria suddividendolo in aree tematiche: “Tex Chi è”, “I disegni originali”, “Le storie più belle”, “Tex incontra la storia”, “Ispirazioni” e “Tex il futuro”. Il visitatore verrà proiettato nel far west di Willer e vedrà le particolarità dell’eroe attraverso il ritratto fatto dai suoi disegnatori nel corso degli anni, in tele rarissime, che permettono di apprezzarne l’evoluzione grafica e narrativa.

Una sezione sarà dedicata alle copertine degli albi che hanno tratto ispirazione dalle locandine di noti film: i tratti somatici di Tex nel tempo hanno più volte ricalcato i profili di noti interpreti di pellicole western, da Gary Cooper, a Charlton Heston, da john Wayne fino a Clint Eastwood.

“Tex Willer, 70 anni sotto il vulcano” è una mostra rivolta a tutti, appassionati del fumetto e del personaggio, amanti del far west, ma anche  a chi vuol conoscere una vera star pop della cultura italiana.

tex

Comments are closed.