Troppa gente per strada, tanti giovani a prendere disinvoltamente l’aperitivo, o “apericena” come si usa, Soprattutto si tende a dimenticare le regole di sopravvivenza. Se n’è bene accorta la Polizia Municipale che ha elevato 14 verbali di contravvenzione ad altrettanti cittadini, per mancanza dell’uso della mascherina o altro strumento di copertura della bocca e del naso, da indossare obbligatoriamente  nei luoghi pubblici o aperti al pubblico. Il pattugliamento disposto per l’intera giornata dal comandante Stefano Sorbino ha riguardato la zona centrale di piazza Duomo (nella foto) e piazza Stesicoro, ma anche la parte alta di via Etnea e piazza Cavour. A ogni cittadino verbalizzato è stata irrogata una sanzione di 400 euro, che viene ridotta a 280 euro se pagata entro cinque giorni. Il comandante ha fatto sapere che i controlli per il rispetto dell’obbligo di indossare la mascherina protettiva proseguiranno anche nei prossimi giorni e riguarderanno anche altre zone della Città.

Intanto il Comune fa sapere che i fondi residui, 213 mila euro, della campagna di raccolta solidale “Catania Aiuta Catania” che ha consentito la consegna di 4 mila pacchi da altrettanti nuclei familiari, verranno devoluti in buoni spesa a scorrimento della graduatoria dei nuclei familiari bisognosi che hanno presentato istanza. Lo ha stabilito una delibera della giunta comunale presieduta dal sindaco, che autorizza i funzionari dell’assessorato comunale ai servizi sociali retto da Giuseppe Lombardo a erogare tickets alimentari di 300 euro agli aventi diritto, rimasti finora esclusi dal beneficio per via dell’esaurimento dei fondi nazionali, secondo l’ordine stabilito da criteri oggettivi di punteggio e priorità. Complessivamente a oggi la raccolta di fondi col sistema del crowfounding e bonifico bancario ha fruttato poco più di 387 mila euro:”Siamo felici di poter rispondere alle esigenze di altri 710 nuclei familiari – ha commentato Pogliese – grazie alla straordinaria mobilitazione di cittadini, imprenditori, forze sociali che hanno raccolto il nostro appello a contribuire economicamente per sostenere famiglie in difficoltà per via dell’emergenza coronavirus. Nonostante i fondi resi disponibili dalla protezione civile siano già andati tutti esauriti per 6398 famiglie beneficiarie, grazie alla straordinaria  generosità di oltre 1600 donatori, si riesce a venire incontro a tanti altri nuclei familiari per l’acquisto di generi di prima necessità alimentare”.

Su indicazione del primo cittadino,infatti, proseguirà ancora la raccolta dei fondi realizzata col sistema congiunto del crowdfunding https://www.gofundme.com/f/catania-aiuta-catania e del bonifico bancario IBAN IT43D0200816917000105890235 Causale: Catania salva Catania, intestato a Comune di Catania.

Nei prossimi giorni verranno consegnati a domicilio dalla protezione civile comunale i buoni spesa ai nuovi 710 beneficiari, da spendere nei supermercati del gruppo Arena/Deco che si era aggiudicata con il sistema a evidenza pubblica, la fornitura dei pacchi spesa per la raccolta di beneficenza “Catania Aiuta Catania” promossa dall’Amministrazione comunale.

mascherolli

 

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.