Oltre ventimila presenze registrate nel centro storico e in piazza Duomo nella notte di Capodanno (nella foto), e quasi la metà la sera prima nel concerto d’apertura di Arisa, nonostante i rigidi vincoli imposti dalle forze dell’ordine che per ragioni di sicurezza, e perfino il maltempo e il vento gelido. Sono state sicuramente un successo le due serate organizzate dall’Amministrazione comunale con i duecentocinquantamila euro raccolti grazie al contributo dei privati. Un pubblico disciplinato che ha anche approfittato dell’apertura della metropolitana fino alle due, fatto che ha consentito a numerose persone, soprattutto giovani, di confluire in centro senza difficoltà.arisa2

E mentre l’applauditissima Arisa faceva selfie con i numerosi fan (nell’immagine accanto), addirittura Noemi dal palco ha lanciato un messaggio di auguri speciali ai catanesi: “Siete un grande popolo. La vita ci da sempre l’occasione di rialzarci, di reagire a tutto quello che ci succede. E’ sempre piena di grandi occasioni”. E Nino Frassica con la sua particolare band ha tirato fuori il meglio del suo repertorio.

Ovviamente soddisfatto il sindaco Pogliese:  “Il successo di pubblico e organizzativo dei concerti di fine anno e Capodanno, frutto del generoso contributo di sponsor pubblici e privati che hanno raccolto l’appello a non spegnere le luci di Catania – ha commentato – , è il miglior incoraggiamento a cominciare questo 2019 con la spinta giusta a superare gli ostacoli del dissesto, a riformare il Comune e le regole della città, a rialzarci voltando finalmente pagina”.

“Ringrazio –ha aggiunto il primo cittadino- quanti si sono spesi per la riuscita di questi due eventi di rilievo nazionale per festeggiare il Capodanno, cosa mai accaduta a Catania,  che non erano affatto scontate, considerate le note difficoltà del nostro bilancio da cui non potevamo prelevare un solo euro. Un risultato -ha concluso il sindaco Pogliese- che oltre dagli sponsor, deriva da un impegno corale di artisti, organizzatori, maestranze di vario genere che si sono prodigati per dare un segnale di vero cambiamento di rotta, di poterci rialzare nonostante le pesanti zavorre che nostro malgrado ci siamo ritrovati a subire. Questi due splendide serate di festa e di reciproco incoraggiamento hanno dimostrato, infatti, che Catania può rialzarsi solo se ogni componente della città comprende che non è più tempo di piagnistei e rivendicazioni, ma si rimbocca le maniche con un nuovo spirito di sincera e concreta collaborazione, per sostenere questo nostro irreversibile percorso di sviluppo e cambiamento, nell’interesse della nostra città e della nostra gente”.

capodanno4

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato.